Pubblicato in: avventure di una scrittrice

Giorno 31

18678916_10155284153434763_1970751821_nCosa c’è di più completo di un abbraccio? Può contenere assolutamente tutto: l’amore, la fuga dalla solitudine, la frustrazione, la gioia e la tristezza, la voglia di condividere e quella di tenere tutto chiuso dentro. Può essere materno, fraterno, amichevole e amoroso. Può sancire una pace o decretare un addio. E’ di conforto e di arrivederci e di bentornato.

Ha mille e più sfumature un abbraccio. In ogni caso, è una carezza al cuore. E’ una comunicazione intensa e privata e dentro la quale nessuno può intromettersi perché non è fatta di parole che altri possono scoltare, non è fatta di lettere che altri possono leggere, non è fatta di sguardi che altri possono captare. E’ fatta di corpi e anime e pelle e solo chi lo dà e lo riceve può comprendere, fino in fondo, tutto il suo valore.

Si è capito quanto amo gli abbracci? Anche i miei personaggi non sono da meno: non ne danno molti ma quando se ne concedono uno beh… mi servirebbero tre interi capitoli solo per riassumere quello che stanno provando in quel momento e tutti i pensieri che li attraversano e il silenzio che cade ad un certo punto, quando la mente non riesce più a trovare modi per spiegare le emozioni che li stanno pervadendo.

E ora che ormai sono agli sgoccioli (poi giuro, metto il file nel dimenticatoio per un po’, lo lascio riposare e fermentare sereno e più avanti scoprirò in che razza di liquido si è trasformato… speriamo non aceto! 😉 ), ora che è questione di pagine, avrei voglia di abbracciarli forte forte anch’io ringraziandoli per questo meso trascorso assieme, per tutte le lezioni di vita che mi hanno regalato, per tutte le emozioni, le commozioni, le soddisfazioni che mi hanno offerto. E per tutto quello che mi hanno insegnato con il loro esempio, con i loro cambiamenti, con le loro paure, con i loro sogni.

Ma non posso abbracciarli tutti e allora mi abbraccio da sola perché loro sono dentro di me e se abbraccio me stessa allora diventa uno stringersi collettivo di un piccolo gruppo, una piccola famiglia che si è creata ed è cresciuta in queste ultime settimane.

E mentre stringo forte non posso che bisbigliare un ‘grazie’ sommesso anche a me stessa. Perché alla fin fine non ho tergiversato, non preso tempo, non mi sono rimangiata la mia stessa parola e mi sono buttata con tutta l’anima in questo viaggio a volte così lieve, a volte così sofferto. Grazie a me stessa perché mi sono permessa di scoprirmi e mettermi a nudo come non avevo mai fatto prima d’ora.

Perché spesso ci facciamo esami di coscienza e in qualche modo ci puntiamo il dito contro, ci guardiamo e vediamo quello che non ci piace e quello che vorremmo cambiare e quello che vorremmo migliorare e no, non ci andiamo quasi mai bene. Ma rileggendo me attraverso tutti loro ho imparato a sorridere di me, ad amare anche quello che fino ad un mese fa non amavo, ad accettare quello che volevo cambiare e a scoprire che, in fin dei conti, sono la migliore me stessa che potrei mai essere. E no… giuro che non mi sto incensando, lo so che continuo ad essere una caterva di difetti umana, ma sapete che c’è? Che non mi frega più e che sono felice di dover passare tutto il resto della mia vita con me stessa! Sì, chiaro che ho anche persone favolose accanto a me, ma quando resto sola, come ho fatto in questo meso di reclusione forzata e volontaria, non sento il bisogno di altri per avere una via di fuga da me stessa. Non ho mai temuto la solitudine, anzi, per certi versi è una delle mie migliori amiche (certo, nel gruppo ristretto c’è anche la sega mentale e l’autocritica acida). In questo mese l’ho apprezzata ancora di più perché avevo dei compagni che mi hanno permesso di utilizzarla per il viaggio più bello di tutti: dentro me stessa.

Quindi sì, mi abbraccio… E mi dico grazie e mi dico anche ‘ti amo’…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...