Pubblicato in: avventure di una scrittrice

Giorno 45

18985133_10155327473279763_1068143171_n

L’alba… quale momento del giorno ha più promesse? Già, a volte mi danno dell’ingenua o dell’illusa ma in fondo, anche quando mi lamento, anche quando mi piango addosso, anche quando dico che va tutto storto… la verità è che sto bene con la mia base ottimistica/fiduciosa/speranzosa. Quindi questo 45° post non lo vedo come la fine di qualcosa, come l’arrivo di un percorso… è semplicemente tempo di bilanci, di un brindisi di “ce l’ho fatta” e di far spazio al nuovo. Non lo so che succederà domani. So solo che ormai è tempo di lasciar andare i miei personaggi, questi splendidi amici che mi hanno tenuto così tanta compagnia in queste settimane e mi hanno insegnato tanto e mi hanno obbligata a riflettere e mi hanno dato talmente tanta fiducia da permettermi di raccontare le loro storie.

Li lascio andare, con un sorriso un pochino triste perché mi ero abituata alla loro presenza rassicurante e divertente e illuminante. Forse torneranno a trovarmi un giorno (sì, dai, lo faranno: i veri amici non spariscono mai per sempre) ma per il momento anche loro hanno il diritto di essere liberi e riprendere in mano le loro vite. Sono cambiati anche loro con me, sono diversi rispetto a quando li ho incontrati la prima volta. E sono, a loro volta, pronti per una nuova alba. Perché quando scrivi una storia non è solo la tua vita quella che vedi modificarsi, è anche la loro. Alla fine tu ti limiti a mettere in pixel quello che loro ti mostrano. E magari a un lettore distratto sembra solo una concatenazione di eventi ma in realtà tu sei ben consapevole che quello che è accaduto li ha trasformati nel profondo. Non torneranno più ad essere gli ingenui, i meschini, i solitari, gli illusi (etc etc) che erano… Forse lo saranno ancora ma in modo diverso. I loro sguardi saranno cambiati. I loro pensieri suoneranno in modo nuovo.

Quindi eccoci qui. E’ l’ultimo giorno di questo mio progetto e questo significa che domani sarà una nuova alba che decreterà l’inizio di un nuovo percorso. Quale sarà? Non lo so ancora, del resto ero un po’ troppo impegnata con questo per permettermi distrazioni 😉

Qualcosa arriverà. Forse stanotte, forse tra una settimana… Al momento ho solo accenni di idee che spaziano in vari campi: ho voglia di fare un po’ di riprese, non mi dispiacerebbe un progetto fotografico, ho tante altre storie che aspettano solo di uscire da un cassetto… Insomma, non credo trascorrerò molto tempo ad annoiarmi.

Che ne sarà di questo blog? Beh, che vi posso dire, mi ci sono affezionata a questo diario virtuale quindi, magari con qualche giorno di break mentre riordino i pensieri, non ho intenzione di abbandonarlo qui. Chissà, magari mi verrà in mente un altro progetto che richiede 45 giorni, magari scoprirò che mi manca imprecare contro la mia stessa idea di scrivere/tentare di disegnare su delle tazze-lavagna con i gessetti (sarò incapace io ma non è per nulla facile, credetemi! giuro che nella mia testa i risultati erano molto diversi… però è stato divertente tornare per un po’ bambina, ai tempi in cui con i gessetti facevi disegni per strada) e continuerò ad utilizzarle…

In ogni caso beh, per me scrivere è ossigeno allo stato puro e ben venga ogni possibilità di farlo!

Ora… beh, credo che sia tempo per me di prender commiato con calma dai miei personaggi (e li metto tutti a dita incrociate: dopo questa maratona di 45 giorni non vogliamo mica che questa storia sia nota solo a noi!)

Ci si vede nella nuova alba 😉

Annunci

8 pensieri riguardo “Giorno 45

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...